Il diritto dei beni culturali al tempo dei mondiali di calcio.

Siamo a Roma ed è un giorno di ordinaria follia. L’Italia è fuori dai mondiali, ma Roma accoglie i festeggiamenti dei neocampioni del mondo. Tra l’accolgiere ed il subire, però, la linea è sottile.

Arriva il fischio finale  e si scatena la festa dei tifosi francesi. Arrivano in massa a Campo de fiori e si immergono nella fontana della piazza, la scalano fino ad arrivare in vetta e scatenano il delirio, provocando danni al monumento. “Sembra il sacco di Roma”, così ha commentato Sgarbi, critico d’arte.
La festa dei tifosi francesi, però, ricorda scene già viste ai danni della Barcaccia di piazza di Spagna che nel 2015 ha subito l’assalto dei tifosi del Feyenoord.
Roma subisce l’ennesimo attacco alla sua grande bellezza.
Negli ultimi mesi, come se non bastasse, le fontane di Roma sono state prese d’assalto per gli osceni bagni estivi di egocentrici personaggi televisivi, i quali sono stati sanzionati con una mera multa.
Le amministrazioni nel tempo, dal canto loro, non sono intervenute in modo significativo.
Esiste, infatti, una sfera del diritto che tutela il patrimonio artistico e culturale ( tutela che si estende anche al diritto penale) che ad oggi non sembra esser pienamente rispettato e che, tuttavia, visti i recenti episodi, necessita di essere revisionato, prevedendo sanzioni più severe per chiunque deturpi un bene di valore artistico e culturale.
Ilaria di Blasio

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...