Caduta sul lucernario del marciapiede: risarcisce il condominio

Il caso di specie trae origine dalla caduta di una passante. L’anziana signora, camminado sul marciapiede antistante uno stabile condominiale, inciampava a causa della mancanza di una piastrella di vetrocemento che ricopriva il sottostante lucernario condominiale.

Agendo in giudizio nei confronti del Comune per ottenere il risarcimento del danno, quest’ultimo dichiarava che la manutenzione del marciapiede sarebbe spettata al condominio, in base alla proprietà del lucernario. Il condominio tuttavia contestava la propria responsabilità, affermando che la piastrella mancante è una parte integrante del marciapiede, zona soggetta al pubblico transito.

In tale contesto il Tribunale rigettava la domanda, ritenendo in base agli atti di non poter individuare in modo chiaro il custode del marciapiede.

La Corte d’Appello, in riforma della sentenza di primo grado, aveva però riconosciuto la responsabilità solidale di entrambi i soggetti convenuti. Il condominio ricorreva dunque per Cassazione, lamentando il vizio di motivazione da parte del Giudice di secondo grado.

La sezione III Civile della Suprema Corte, investita della questione, con una ordinanza del 19 aprile 2018 n. 9625, ha affermato che quando un bene svolge la funzione di calpestio per i passanti e la funzione di copertura per una proprietà sottostante, il ruolo di custode spetta anche a chi si giova della copertura. Ne consegue dunque che spetta al condominio risarcire i danni subiti dal passante che inciampa per mancanza di una piastrella del marciapiede.

Chiara Bellinimarciapiede-sconnesso

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...