Tribunale di Milano e pedofilia: ” il carcere sul piano rieducativo non ha prodotto alcun effetto”

La sezione misure di prevenzione del Tribunale di Milano ha stabilito che il carcere non è stata una misura idonea per un uomo accusato di pedofilia e arrestato nel 2004. Il collegio, presieduto da Fabio Roia, ha affermato che “il carcere sul piano rieducativo non ha prodotto alcun effetto”, per cui è stata accolta la proposta di mettere in atto un un percorso di cure per contenere “gli impulsi sessuali”. Per attuare il piano, però, è stato necessario il consenso dell’uomo.

L’uomo, arrestato nel 2004 per aver abusato di una bambina, è attualmente detenuto nel carcere di Pavia. Uscito di prigione, abusò nuovamente di una bambina e fu arrestato nel 2009 e poi, ancora una volta, nel 2016.

Il Centro italiano per la promozione della mediazione (Cipm)  sarà chiamato in causa per iniziare un percorso terapeutico. La cura presso il Cipm dovrà servire,affermano i giudici, a “prendere coscienza del forte disvalore delle condotte violente in una prospettiva di contenimento degli impulsi sessuali”.

L’ uomo, dopo aver scontato la pena, dovrà continuare il percorso terapeutico e non potrà frequentare asili, scuole, parchi o altri luoghi di ritrovo di minori.

Ilaria Di Blasio

Un commento

  1. La pedofilia non si cura con la prigione ma con la castrazione chimica. Gli impulsi non spariscono vivendo dietro le sbarre. È un tipo di parafilia che non si può curare in altro modo se non distruggendo l’impulso sessuale.

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...