I sacchetti della discordia

L’ arrivo del nuovo anno ha portato già qualche novità e nei reparti ortofrutticoli si sente vento di cambiamento.

Infatti, dal 1 Gennaio 2018, per il confezionamento dei prodotti alimentari nei supermercati, devono necessariamente essere utilizzati sacchetti biodegradabili, in sostituzione di quelli di plastica da sempre utilizzati nei reparti ortofrutticoli.
La nuova legge, però, vieta di metterli a disposizione gratuitamente. Il costo dei nuovi sacchetti può variare di pochi centesimi. Il prezzo, tuttavia, deve essere esposto e l’ utilizzo di sacchetti non biodegradabili potrebbe far incorrere in sanzione.
C’ è già chi parla di tassa occulta e chi, invece, cerca stratagemmi, talvolta goffi e bizzarri, per evitare di pagare i tanto contestati sacchetti biodegradabili.

Si tratta di civiltà o di tassa occulta?
Ilaria Di Blasio

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...