Come chiedere l’annullamento del matrimonio religioso

Con la riforma voluta nel 2015 da Papa Francesco, sono state modificate tutte le procedure per accedere allo scioglimento del Matrimonio. Da premettere: mentre il divorzio pone fine agli effetti civili del matrimonio, l’annullamento fa in modo che lo stesso non sia mai esistito, in quanto per la Chiesa il Matrimonio è uno e non ha fine. Infatti è possibile annullarlo solo ed esclusivamente se sussiste una causa che lo annulli.

Spesso chi divorzia vorrebbe anche l’annullamento per potersi poi risposare in Chiesa. Per poter fare questo bisogna seguire un iter nuovo rispetto agli anni precedenti. Infatti restano salve quelle che ne sono le cause per poterlo richiedere ossia mancanza del consenso da parte di uno dei coniugi, caso in cui uno dei coniugi non tenga fede ad almeno una delle finalità del matrimonio religioso (fedeltà, procreazione, indissolubilità del matrimonio), caso in cui uno dei coniugi è vittima di violenza o se uno dei due tiene atteggiamenti anche solo intimidatori; se il matrimonio non viene consumato; impotenza sessuale di uno dei coniugi; casi di “errore di persona” e, recentemente, tra le cause è stato introdotto il cosiddetto “mammismo” cioè il fatto di non riuscire a staccarsi dalla casa genitoriale.

Come precedentemente detto, nel 2015 è stata introdotta una nuova disciplina per poter richiedere l’annullamento ossia la mancanza di fede da parte di uno dei coniugi; brevità della convivenza coniugale; aborto procurato; ostinata continuazione di una relazione extraconiugale; occultamento della sterilità e di figli nati da una precedente relazione o carcerazione.

La richiesta va avanzata ad un avvocato della Sacra Rota, il quale eseguirà un controllo preliminare in cui valuterà la possibilità di poter presentare il ricorso dinanzi al Tribunale e, successivamente, andrà in udienza (anche unica).

La seconda ed importante innovazione è l’abolizione dei due gradi di giudizio con sentenza che ha effetti esecutivi tra gli 8 e 10 mesi.

Dott. Alessandro Pagliuca

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...