Negato risarcimento a bambino autistico: per la Cassazione tra vaccini e autismo non vi è nesso.

La Cassazione, con la sentenza numero 18358 del 2017, ha negato il risarcimento ad un bambino autistico, respingendo il ricorso del padre che sosteneva che la sindrome del figlio fosse stata cagionata dalla vaccinazione antipoliomielite.

Il padre del bambino aveva impugnato davanti alla Corte la sentenza della Corte d’Appello di Salerno che aveva negato il risarcimento respingendo la relazione tra la sindrome del figlio (un’encefalopatia immuno-mediata con sindrome autistica insorta dopo il vaccino) e la somministrazione del vaccino antipolio.

Il ricorso alla Suprema Corte si fondava sul motivo che il giudice di merito avesse “acriticamente” sposato il risultato della Ctu, senza tenere in considerazione “le numerose controdeduzioni dei consulenti tecnici di parte, nonché del difensore, così incorrendo in mancanza assoluta di motivazione“.

La Cassazione ha però ritenuto corretta la pronuncia di merito che ha disconosciuto la sussistenza del nesso causale tra la patologia del bambino e la vaccinazione antipolio “Sabin” basandosi sulle risultanze della consulenza tecnica d’ufficio, che, dopo avere ripercorso la storia clinica nonché la letteratura scientifica sull’argomento, ha concluso che, nel caso in questione, si è di fronte ad una patologia “di cui non è tuttora ipotizzabile una correlazione con alcuna causa nota in termini statisticamente accettabili e probanti” e per la quale “non sussistono a oggi studi epidemiologici definitivi che consentano di porre in correlazione la frequenza dell’autismo con quella della vaccinazione antipolio Sabin nella popolazione“.

Il Ministero della Salute, in una nota, riferisce che “direttamente o indirettamente la tesi principale dei no vax è quella di paventare un presunto collegamento tra le vaccinazioni e l’insorgenza di malattie come l’autismo, giocando sulla paura delle madri e delle famiglie. Questa tesi è stata smentita in questi anni prima di tutto dalla comunità scientifica mondiale e adesso anche dal diritto e dalla giustizia grazie alla sentenza della Corte di Cassazione“, aggiungendo che “rivendichiamo la bontà del decreto vaccini ora all’esame della Camera, per innalzare velocemente l’immunizzazione di massa in Italia, calata in modo preoccupante soprattutto a causa del dilagare di queste tesi anti scientifiche“.

Dott. Mirko Buonasperanza

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...