“Questo matrimonio non s’ha da fare”. – Questa volta però i bravi sono carabinieri.

Come nel celebre romanzo del Manzoni un matrimonio è stato spezzato prima della promessa d’amore eterno. Stavolta a interpretare il ruolo dei bravi sono stati i carabinieri che hanno fatto sì che il matrimonio non venisse celebrato. Non siamo, però, sul lago di Como. Siamo in Piemonte e precisamente a Casale Monferrato in provincia d’Alessandria. Stavolta i promessi sposi non sono stati privati del coronamento del loro sogno d’amore dai capricci di don Rodrigo, ma in nome della legge sull’immigrazione clandestina. Poco prima del fatidico sì, infatti, i militari dell’arma hanno bloccato i due futuri sposi. Il nostro Renzo è un 32enne di origine marocchina che è stato più volte colpito da decreto di espulsione. Lucia è invece una casalese di 27 anni, che, per gli amanti del si stava meglio quando si stava peggio, risulta allo stato disoccupata, e non mondina come la più nota controparte. Lei è stata denunciata per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. In borghese, ieri, i militari si sono presentati in Comune e l’aspirante sposo è stato allontanato dalla Sala matrimoni e accompagnato al Cie di Torino. A sventare il sogno d’amore è stata una segnalazione degli impiegati dell’ufficio anagrafe del comune alessandrino che hanno avvertito i carabinieri dopo che la donna, a metà giugno, si era presentata agli uffici dell’anagrafe per le pratiche necessarie al matrimonio civile. “Ci abbiamo provato, è andata male”, avrebbero commentato entrambi vestiti a festa. Bravi sì, ma non bravissimi.

Salvatore Vergone

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...