AREA 51 – Verità negate

A una distanza di 39 anni luce dalla Terra, attorno alla stella battezzata Trappist-1, orbita un sistema composto da sette pianeti simili al nostro, tutti potenzialmente adatti ad ospitare la vita aliena.

La scoperta è contenuta in una ricerca coordinata dall’Università di Liegi (in Belgio) pubblicata sulla rivista Nature.

Nuovi spiragli di evoluzione o ispirazioni per nuove menzogne?

Difficile distinguere realtà da fantascienza e verità da complotti, data la fatiscente nebulosità con cui è sempre stata offuscata la materia.

Non essendo questa una rivista scientifica, fortunatamente non ci compete l’ impossibile compito di cercare di far chiarezza sui misteri relativi gli extra terrestri.

Possiamo però interrogarci su una questione astrattamente più giuridica, chiedendoci quale diritto abbiano gli Stati ad occultare informazioni e scoperte di grande rilevanza ed influenza per la vita dei loro cittadini e quale diritto abbiamo noi di pretendere trasparenza e informazione da parte delle autorità che ci rappresentano.

Indiscussa la legittimazione degli individui a conoscere la verità riguardo la realtà che li circonda. Condivisibile la segretezza dei dossier da parte delle Intelligence se volta al mantenimento e alla garanzia dell’ordine pubblico.

Quanto però sia giusto affrontare scoperte, magari sconvolgenti, nascondendole, piuttosto che spiegandole, è forse discutibile a fronte di ipotesi di scomparse, innesti , scambi e complotti.

Negare spiegazioni convincenti, in una direzione o nell’altra, e lasciare nel logorante dubbio, persone che hanno visto scomparire in circostanze inspiegabili i loro cari e convincere di essere pazze persone che affermano di aver avuto avvistamenti od incontri sa di amorale.

Certo l’ approccio più facile e sicuro ad eventuali rivelazioni è certamente negare, perché non lascia spazio all’imprevedibilità delle reazioni umane.

Certamente sapere o pensare di essere presi in giro fa arrabbiare, ma allo stesso tempo, proviamo a pensare se la verità non sia sopravvalutata!

La soluzione la si ha pensando a quale sia l’ obiettivo di ognuno di noi. La risposta sarà quasi univocamente legata ad una di queste due parole “felicità”, “serenità”.

E forse il modo che realizza meglio tale prospettiva è non diffondere ansia, incomprensione e paura, che l’ ignoto per definizione scatena.

O ci fidiamo, della buona fede, delle valutazioni e della preparazione di chi ci governa; o non lo facciamo. Lo scetticismo apparterrà sempre ad entrambe le posizioni: è umano, logico ed intelligente. Ma ci sono cose in cui le certezze sono difficili e la verità forse è sopravvalutata!

                                                                                                                             Letizia Dematteis

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...