Il concorso de’ na volta.

308 mila domande per 800 posti. È il concorso dei record.

In effetti l’occasione è davvero ghiotta: concorso pubblico per 800 posti a tempo indeterminato per il profilo professionale di Assistente giudiziario, che per l’italiano generico medio si traduce in: “Posto pubblico a tempo indeterminato senza laurea”. I concorsi de’ na volta.

Il bando del concorso viene emanato con decreto ministeriale il 18 novembre del 2016 (pubblicato in G.U. del 22 novembre 2016 – 4ª serie speciale n. 92) ed è davvero tutto, sin da subito, come una volta: altro che era digitale (l’innovativa procedura tutta telematica adottata è un’innovazione per i concorsi pubblici italiani), per la sola calendarizzazione delle prove si arriva a tre rinvii di fila. C’era proprio d’aspettarselo.

Per chi decide di imbarcarsi nelle maglie di un concorso pubblico, forse, però, non è tutto esattamente come una volta; le informazioni corrono veloci sulla fibra ottica. Freneticamente. Ahinoi non quelle del ministero ai candidati, no. Quelle hanno ancora le velocità di una volta. In fondo è un concorso nostalgico, all’antica, che si gode la vita nella calma che questa gli lascia. No. Le informazioni corrono veloci tra i candidati. Si moltiplicano i gruppi su Facebook ed altri social per scambiarsi informazioni, organizzare il viaggio, consolarsi, lottare uniti contro il monolitico e temuto “concorsone” o forse per sentirsi semplicemente meno soli.

I più volenterosi decidono comunque di affidarsi a siti specializzati che garantiscono un aiuto alla preparazione prima ancora che escano le “banche dati”. Altri frequentano appositi e costosi corsi, altri ancora si affidano ai vecchi libri di preparazione ai test per i concorsi.

Al momento della calendarizzazione delle prove d’esame siamo al 3 Aprile e su web si susseguono le voci di un possibile ulteriore rinvio a fronte della già avvenuta calendarizzazione, smentita che giunge, con la solita prontezza ministeriale, il 20 aprile 2017 con un decreto dirigenziale denominato “Conferma diario prove preselettive” contenente la conferma con rettifiche del diario delle prove preselettive. In allegato le 5000 domande preselettive che rappresentano la banca dati di riferimento per chi deve sostenere il concorso.

Il diario di esame contenuto nel decreto è suddiviso per gruppi alfabetici, a loro volta suddivisi in due turni (8.30 e 14.30) e smistati in 5 padiglioni (3 per i primi tre giorni di prova) presso la fiera di Roma e ripartiti in un fitto calendario che va dall’8 al 24 maggio sabati e domeniche escluse.

Per chi decide di partire ormai un’unica certezza: il concorsone is coming.

Salvatore Vergone
IMG_20170524_140358_HDR.jpg

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...