Caprotti giudicato da morto

Neppure da morto. Non c’è proprio pace per Bernardo Caprotti, ex patron di Esselunga. La Cassazione ha deciso di riaprire il processo civile per risarcimento danni a carico del fondatore di Esselunga, motivo: “concorrenza sleale per denigrazione” nei confronti di Coop Estense. Durante la sua vita Caprotti si è sempre battuto contro i rapporti illeciti tra Coop rosse e il sistema politico,volti ad ottenere indebiti vantaggi sotto forma di  favoritismi,  facilitazioni e agevolazioni fiscali.: questa battaglia venne portata a conoscenza di tutti mediante un libro pubblicato nel 2007, “Falce e martello” in cui illustrava quello che secondo lui era lo strapotere delle Coop rosse, e che subito causò una ridda di battaglie giudiziarie oggi non ancora terminate.

022080-470-caprotti
Bernardo Caprotti, ex patron di Esselunga

Al colosso rosso  non era andato giù il libro in cui Caprotti aveva messo nero su bianco le sue convinzioni sul sistema di intrecci politico-affaristici che hanno permesso per anni la diffusione dei punti di vendita Coop a discapito della concorrenza. Il libro ebbe un grande successo.
Il processo intentato diede sempre ragione a Caprotti, sia davanti al Tribunale, sia davanti alla Corte d’Appello di Milano. Ma arrivati all’ultima causa, quella intentata da Coop Estense, i giudici di Roma ribaltano tutto: il libro di Caprotti non è più un’opera polemica dell’ingegno ma viene declassato a lavoro giornalistico. Non la summa del pensiero di un imprenditore libero, ma una inchiesta da cronista soggetta alle normali regole della diffamazione: non solo la verità dei fatti, ma anche la continenza delle espressioni. È alla continenza che Caprotti viene accusato di essere venuto meno, raccontando lo strapotere delle Coop. Per questo, a Milano, si dovrà tenere un nuovo processo. Paradossale, no?

 

 

Nicola Galea

 

 

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...